Skip to main content

Giano 43. Rogue States

Giano 43. Rogue States
 

Preparato durante la crisi e la guerra contro l'Iraq, il fascicolo va considerato nel quadro più ampio della "guerra infinita": momento di analisi con passaggio storico complesso, dominato dall'esplicita minaccia di altre crisi e di altre guerre, i cui criminali organizzatori già indicano nella Siria la prossima vittima. E quindi la guerra, scriviamo nel nostro Editoriale non è finita né in Iraq- dove la brutalità della conquista lascerà strascichi duraturi - né nella regione mediorientale né nel mondo, là dove la strategia americana individua propri "interessi nazionali" e aree di dominazione e saccheggio. Le ripercussione del sisma sono enormi, come chiariscono i nostri articoli sul sistema delle basi militari lungo la costa del Pacifico dalla Corea alle Filippine. È prevedibile che la lunga guerra dell'imperialismo globale susciterà (come è già avvenuto in tutti i Paesi e in tutte le aree cultuali e religiose del mondo) un'opposizione popolare sempre più massiccia e risoluta. A questo scopo c'è bisogno di nuova elaborazione, di discussione, di confronto. Un nuovo "pacifismo della resistenza", o "dal basso", come lo definisce Enzo Santarelli è necessario e deve mirare non solo alla più ferma negazione della guerra, ma alla costruzione di una scienza e cultura della politica, che porti il mondo al di fuori del rischio di nuove catastrofi e di una possibile Apocalisse finale.

Mentre il presente fascicolo 43 sulla guerra irachena - nelle sue tre sezioni di quadrante, analisi, elementi del contesto geopoltico - è ancora dedicato alla guerra irachena, i prossimi affronteranno anche i problemi del nuovo pacifismo impostando un dibattito sui movimenti, sui loro temi di lotta, sulla loro portata sociale e politica.
La Redazione di "Giano" è infine lieta di presentare il supplemento L'Islam dopo l'11 settembre. Le opinioni e le informazioni, a cura dell'arabista Francesca Corrao, che raccoglie i contributi presentati ad un convegno tenutosi a Mains, nel quale la rigorosa specializzazione si è aperta sui problemi più attuali.